RSS

Indignamoci!

20 Mag

Quando si parla di politica, di lavoro, di pensioni, di permessi di soggiorno e lavoro, di educazione, di sanità etc. etc .è sempre più frequente sentire critiche pesanti al sistema socio-economico e politico che domina lo scenario mondiale, dalle dinamiche di un quartiere alle relazioni internazionali.

Errore 404, politico onesto non trovato

E’ uno schifo!

C’è un gruppetto di privilegiati che detiene un potere immenso ed è disposto a tutto pur di non doverne cedere nemmeno una fetta: distruzione del pianeta, sfruttamento dei lavoratori, corruzione degli oppositori e, quando non funziona, repressione. Così ci troviamo a riempire le file dei precari, dei disoccupati, degli studenti frustrati; a dover scegliere tra subire o emigrare…ma dove???

In Italia la situazione è insostenibile, in Sardegna non se ne parli; in Spagna il “centrosinistra” ha spianato la strada alla prepotenza di banchieri e speculatori edilizi, in Francia si sta distruggendo tutto ciò per cui abbiamo tanto ammirato la patria della rivoluzione liberale…

E allora non vale più scappare, non funziona più la via del progresso individuale (per cui uno cerca di sistemarsi meglio possibile in questo meccanismo deviato), ci vuole una lotta collettiva.
Non fraintendetemi, so perfettamente che non è una novità, e che in tutti questi anni, nonostante i mezzi di comunicazione abbiano fatto di tutto per tenercelo nascosto, si sono sviluppati movimenti di tutti i tipi, ecologisti, antifascisti, pacifisti, democratici, libertari, nei centri sociali, nelle periferie degradate, nelle piazze principali delle grandi metropoli, nelle campagne, nelle università….ma c’è una differenza.

Finora abbiamo cercato di trasferire la lotta dalla piazza al Parlamento, di ottenere l’appoggio di qualche partito di sinistra, che in certe occasioni ce l’ha pure dato. Ma poi si è visto che le istanze democratiche si insabbiano tra le lussuose poltrone delle Camere, e chi ci è comodamente seduto se ne dimentica facilmente, essendo d’altra parte tutto indaffarato a confezionare pacchetti pre-elettorali, a mendicare le alleanze più assurde e assicurarsi così un futuro di privilegi. Chi va a Roma prende il posto, e non lo molla più.

Ma adesso basta! Se ne vadano a quel paese questi sinistri personaggi che si dimenticano di noi così facilmente! Non abbiamo bisogno della loro retorica ridondante, dei loro marchingegni arruginiti di propaganda, delle loro bandiere, con simboli di cui nemmeno ricordano il significato!

LA PIAZZA È NOSTRA! E ce la riprendiamo!

Ognuno con i suoi mezzi e la sua cultura politica; da Tripoli a Cagliari, da Damasco a Barcellona, il Mediterraneo si accende! Siamo tutti uniti nella condanna degli stessi delitti: la corruzione, la tirannide, gli intrighi nelle alte sfere, lo sfruttamento e la repressione; e nella difesa degli stessi valori: una vita dignitosa, un lavoro sicuro e uno stipendio decente, medici preparati ed ospedali attrezzati, istruzione democratica per tutti, libertà di movimento, libertà di espressione, UGUAGLIANZA.

Il 15 maggio scorso diversi gruppi della società civile spagnola hanno convocato attraverso le reti sociali in internet una manifestazione con questi contenuti, che ha riunito migliaia di persone indipendenti in diverse città e non è ancora finita; dal giorno dopo si sono accampati nella Plaza del Sol a Madrid e in Plaça Catalunya a Barcellona, e si svolgono assemblee permanenti in tante altre cittè, con lo scopo di mettere a nudo la farsa rappresentata dalle imminenti elezioni e costringere tutti gli “spettatori” a prendere posizione sulla gestione delle nostre risorse, criticando e combattendo quella presente, e proponendo e creando un’alternativa.

TUTTI IN PIAZZA!

Non siamo merci in mano a politici e banchieri



Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 maggio 2011 in Uncategorized

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: